Catechesi liturgica

Dire che la preghiera cristiana è essenzialmente preghiera liturgica significa certo affermare che essa è preghiera di popolo, è preghiera di comunità, dove soggetto non è l’io, ma il noi. Ma non solo! Dire che la preghiera cristiana è essenzialmente preghiera liturgica significa affermare che essa, quando nasce, nasce sempre dentro lo spazio di una presenza già data. La preghiera cristiana è sempre risposta a qualcosa che è già accaduto e ci interpella, è sempre reazione ad un evento che precede la nostra invocazione e la suscita, è sempre memoria di una presenza che si lascia continuamente ricevere. 

Questo è il suo principio di verità. Senza di esso, senza, cioè, una soglia in grado di aprirci al mistero del venire imprevedibile di Dio, in nulla sarebbe dissimile dall’idolatria …

Date degli incontri

Domenica 12 febbraio 2023
ore 11.15
Vecchia liturgia e nuova liturgia: questione di prospettive…
Domenica 17 marzo 2023
ore 11.15
Liturgia e sacramento. Non una semplice preghiera.
Domenica 16 aprile 2023
ore 11.15
Cosa vuol dire celebrare? Protagonisti non spettatori …
Domenica 7 maggio 2023
ore 11.15
Estetica del sacro: i linguaggi della fede.

Ti potrebbe interessare anche:

Verso Pasqua
Verso Pasqua

«Io sono la vite, voi i tralci» (Gv 15, 5) – I frutti dell’esperienza cristiana

Lectio
Lectio

«Il Figlio dell’uomo è stato glorificato, e Dio è stato glorificato in Lui» (Gv 13, 31) – Lectio su Giovanni 13-17